martedì 7 febbraio 2012

lieb liebe..liebster



Ancora un premio! Evvai! :-) E stavolta a consegnarmelo è stata Stefylù. Grazieeeeeeeee!!
Stef è una ragazza in gamba e dolcissima, ma anche un tipo tosto eh, una decisa, se non conoscete il suo blog - uno dei tre - dovete andarci!! In tutti e tre..
Regola vuole che si dicano 5 cose di se e lo si passi, poi a 5 blog che hanno meno di 200 follower e qui non è semplice..visto che quasi tutti hanno un mare di follower...e dato che non son in tanti,tra quelli che conosco,a non aver ricevuto questo premio. Per questo, facciamo così, scusami Stef, il premio liebster lo dò a Nadia,che non ha un blog ma se l'avesse sarebbe frizzante come lei, a Lia, che non so se ce l'ha (sul profilo non lo leggo) ma è simpaticissima, e ad altri tre blog abruzzesi...quando riuscirò a trovarli..
Ora, 5 cose di me..vediamo..
  1. in questo periodo sono un pò incazzata nera e molto molto demoralizzata. Per questo mangio quintali di cioccofondente e trinco ettolitri di the col rum.
  2. ho deciso di ritrovare su facebook i ragazzini che mi piacevan da piccola. Alcuni li ho trovati. E ora sto pensando seriamente se andare avanti o meno..dato lo shock..
  3. sto valutando l'idea di scrivere un libro. L'argomento ancora non lo so. Prima devo scrivere la tesi e poi vediamo.
  4. ho deciso di farmi suora di un ordine grande e prestigioso, impegnato nel sociale, che usa internet a gogo per "vocazione" e ha una mise niente male. Perchè è il solo modo per avere un posto fisso, contributi versati, pensione e un marito senza la suocera!
  5. ...ogni tanto...anch'io rimango a corto di idee...
Ops! Non dovevo dire 5 cose di me? Va beh..ormai...

23 commenti:

  1. Meno male che ce le hai dette però, perché mi hai fatto divertire ;)
    Complimenti per il premio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Melinda!:-) Meno male che ho fatto divertir qualcuno ahahahahahaha

      Elimina
  2. Wow, e brava Ele.
    Mica male l'idea della suora... io però farei fatica per i voti di povertà e obbedienza.
    La castità ormai mio malgrado è un'abitudine.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehhh Simo,lo pensavo anch'io,sai?Finchè non ho trovato giusto una decina di ordini religiosi dove la povertà e l'obbedienza son rivisitate in chiave moderna,moolto moderna.Per la castità,beh..te l'ho mai raccontato del convento di suore che dall'altra parte della strada ha una scuola allievi carabinieri?Ecco..immagina che ci son anche tunnel che collegano i due centri e voilà..

      Elimina
  3. Cara Ele,
    che emozione! Il mio primo PREMIO senza avere nemmeno un blog!!! :) E poi mi sono guadagnata anche un «simpaticissima»!!! Perbacco, questo sì che è un colpo per le mie stanche coronarie! Baci, baci, baci a te! :)
    Sai che la storia del «vado a farmi suora» non mi è affatto nuova? Era la minaccia preferita (ma chi le credeva più?!) di mia madre ogni volta che si sentiva particolarmente esasperata da me o da mio padre.
    Pensa, se mai decidessi di diventare Badessa del tuo nuovo Ordine, potresti già considerare come novizie me e mia madre! :) Mamma cucina benissimo, io me la cavo nelle pulizie (specie in spm!) ... Mmmm... Sconsiglio le messe cantate: siamo entrambe stonate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io son sempre la portoghese che si deve attaccare ai rispondi altrui perchè non ha il suo spazietto per spostare :(( Comunque GRAZIE Ele per il premio! anche se non ho ben capito che premio è: dal nome ricorda un dado ...lieb...liebster...non è che finisco a spignattare anche quando vinco eh? Per il frizzante poi...ormai l'unico frizzantino della mia vita è l'antifiammatorio effervescente che ho appena preso eheheheh..."Se torno indietro vado a far la suora, a far ricami e marmellate, niente mariti, figli ecc ecc.....ahhhhh che beatitudine...!!!" è una delle mie frasi ricorrenti, per cui quando troverai il convento giusto, tu chiamami e io arrivo di corsa! Mmmm...sai qual è l'unico pensiero poco accattivante? Non mi piacciono le scarpe da suora e quel vestito sempre uguale,ma con una badessa come te credo che riusciremmo a portare qualche innovazione ;) ed ora vado a godermi il mio premio e grazie mille !!! :))

      Elimina
    2. @Lia: cavolicchi!Allora possiam fondare un ordine tutto nostro "le suore bloggatrici",tanto anche alcune suore di clausura bazzicano su internet..possiamo fare amicizia con loro,scambiarci le ricette e poi faremo un calendario come Frate Indovino,solo che il nostro si chiamerà Sorella "Sai cosa?"con una rubrica sulle riviste femminili..per dispensare consigli alle povere fanciulle di oggi...Allora,fino a qualche tempo fa occorrevano giusto giusto tre membri per fondare una comunità,lo sapevi?Direi che siam "perfette"(pure per la cabbala).

      Elimina
    3. @Nadia: perbacco,ci vuole l'intercessione di Benedictus qua! Liebster in teteschen vuol dire preferito,più amato :-)Però non so cosa centri con l'avere meno di 200 follower..Eh..ti dirò che la vita da suora non è così rose e fiori.Per alcuni ordini c'è da lavorare sodo notte e dì,ma io ho individuato quelle che non fanno nulla o se lo fanno lo fanno in libreria,in internet o dietro a un pc comunque.Evviva!!E anche il problema abito,velo e scarpe è risolto.Dopo il Concilio Vaticano II,infatti,gli abiti son mutati,i veli e le gonne si son accorciati,le scarpe alcune son anche belline sai?In fondo anche alcune della melluso san di scarpe da suora.Il vantaggio delle scarpe da suora è che son resistenti e comodissime. Io conosco una suora bassina che usa le zeppe..quindi..Dammi retta,è una scelta ponderata,la mia.

      Elimina
  4. la 4 è geniale, mi sa che mi faccio suora anch'io :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene!Allora tu sarai il quarto membro della comunità!Perfetto! Curerai la pagina web della congrega ok?E parte dell'editoria ufficiale(libri sulle marmellate,libri su come sistemare i tuoi nemici a bagnomaria,ecc ecc).E mi aiuterai per la scelta degli abiti e dei veli.Ci stai?

      Elimina
    2. Perfetto!!!:-)Son contenta :-)

      Elimina
  5. Ah ecco che è apparso il mio posticino! Allora dimmi un po' : ma il tè col rum funziona come antirottura di ....scatole? dimmelo subito che vado a far provviste! Per facebook invece, non credo proprio che mi convenga imitarti: non oso pensare a chi sarebbe più scioccato tra me e loro, sigh sigh....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il the anti rottura di scatole non serve.Cioè non serve ad allontanare chi ti rompe le scatole.A meno che tu non glielo servi,bollente,in testa..Per farle passare a te,sì,alle volte.Ma devi usare ottimo rum invecchiato e circa un quintale di ottimo cioccofondente,meglio caffarel.Io l'ho finito e ho dovuto ripiegare sul kinder barrette,16barrette in due ore..e ora son in crisi d'astinenza.quindi trinco rum e the...e...il circolo vizioso ricomincia!ehehehehehehe

      Elimina
  6. Ele, il tuo entusiasmo è travolgente! Sai regalare il buon umore di gran lunga più del the al rum! E poi sei vulcanica, una perfetta leader/badessa: non abbiamo ancora fondato il nostro Ordo che già hai distribuito compiti a tutti! :)
    Per la mise non c'è problema, mi sta bene anche l'austerità, dato vesto da una vita il nero. Scarpe comode, sempre e rigorosamente... Anche se qualcosa mi dice che non sarò la prima suora con i Cult...
    Questione numero. Fammi capire, se fino a poco tempo fa occorrevano appena tre membri per dar vita ad una comunità, oggi quanti ne servirebbero? Comunque ho idea che già ci siamo, visto che continuano ad aggiungersi membri! Evvai! C'è un Liebster blog da festeggiare, anzi tre con il mio e quello di Nadia: Ele, dove hai messo quelle micidiali trombette vuvusela, vero attentato ai timpani?!? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh beh, l'ordine che ho individuato usa colori più chiari,diciam sul grigio e bianco o azzurro.Però se vuoi noi lo facciamo nero eh. E sulle scarpe,dannazione non ritrovo la foto,altrimenti la metterei qui. Le suore,quelle lavoratrici però,che conosco molto molto bene,son di quelle che in missione vestono anche in pantaloni e senza velo.E in città,quando fa freddo,usano gli scarponcini anche da maschiaccio,quindi le cult vanno benissimo! ;-)Sul numero beh,c'era suor filomena che portava il 45..era l'unica che aveva il vestito preconcilio vaticano II e gli scarponi del prete!ahahahaha Sì,per fondare una comunità bastano 3 suore:-)noi siam già a 4 direi che come evangeliste andiam bene!ahahaha Ps: ehm le trombette le ha la signora Maria,che c'ha la fifa di rimaner bloccata in casa col gatto. Però ho lo spumante fresco fresco!:-)

      Elimina
    2. Vedi? Il numero cresce! :)
      A proposito di numeri, questa volta di scarpe, che razza di virago era questa suor Filomena?! Il mio compagno ha il 45, ma è un vichingo che supera il metro ed ottanta! :)

      Elimina
    3. Wow..siamo già a cinque???Evviva..se continua così e arriviamo a 12 possiam anche mandare la richiesta a Benedictus di riconoscere la congrega,così ci foraggia un pò e ci apre le porte del 5xmille,poi mettiamo il bannerino per le libere donazioni alle congreghe povere e noi re-investiamo gli introiti in produzione internettiana di blog per avere altri adepti in tutto il mondo uahahahahahahahahaha....Va beh,dai..a me basta una cosina piccina picciò,che ci permetta di avere tanti apple 50 pollici in casa per fare il nostro sporco lavoro..ehehehehehe
      PS: Lia, Suor Filomena era una suorona di un metro e ottanta,del nord Italia,credo delle parti montuose,friulana o su di lì,mai calzato scarpe da donna in vita sua..e ti credo..con quel numero!ehehehehehehe Però vedessi come era brava a impastar la calce e a tirar su mattoni in Brasile! Ora starà costruendo un resort per le suore in Paradiso,e stando a quel che mi disse un dì,sarà un resort con pochissime stanze..

      Elimina
    4. Suor Filomena... Decisamente una figura straordinaria e controcorrente, per sua stessa ammissione, dato che il resort in Paradiso avrebbe avuto ben poche stanze...
      Leggere di lei mi ha colpita molto... Credo non sia assolutamente necessario essere cattolici, o comunque credenti, per riconoscere la grazia ed il carisma di simili persone che, in tutta semplicità e vera umiltà sono, di fatto, immense.

      Elimina
    5. Sì Lia, lo era. Credo una delle poche che veramente si son fatte suora per vocazione. Era anche una tipa testarda e senza peli sulla lingua,quando serviva.Ha vestito gli abiti lunghi,col velo di quelli che si usavan anni e anni fa.Ma quando è andata in missione per qualche anno,non ci ha pensato due volte a proporre a tutte un abbigliamento più comodo.:-)Non abbiam mai parlato di un resort per suore..ma una volta,scherzando le ho detto che conoscendola,non si sarebbe messa a riposo neppure in Paradiso.Lei mi ha risposto che in Paradiso non ci sarebbe andata perchè lì ci vanno veramente poche persone e tra queste,ancor meno suore.E perchè,aveva ancora troppo da fare qui per andarsene lassù.

      Elimina
  7. Allora ci pensiamo seriamente a prendere il velo! Io però mi tengo ls gonnellona lunga se mi lasciate i tacchi alti. le scarpe Valleverde non le sopporto proprio, poi magari d'estate posso adattarmi al sandalino che anche raso terra ce ne son di bellini ormai, e per la sede del convento...mi raccomado Ele, scegli un buon vicinato tu che sei esperta in materia. Che poi pensandoci, ci sarebbero anche altri vantaggi...tipo non dover farsi la tinta ai capelli che tanto c'è il velo e non preoccuparsi dei baffetti: s'è mai vista una vera suora senza baffetti? eheheheh... Ehi, però vacci piano con tutte quelle barrette e col rum, vabbè che saremo in convento libere dalla vanità, però un girovita extralarge e il singhiozzo da rum sarebbero un po' troppo pure là!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io avevo detto scarpe melluso..ma alcune della valleverde son carine,eh. E la gonna dopo il concilio vaticano II si è ridotta a poco sotto il ginocchio;-)Uh..in estate possiamo optare per le birkenstock o altri tipi mica facciam anche voto di non femminilità!!!Ok, allora cartina google alla mano e mappa delle fondamenta nell'altra, comincio a cercare il posto perfetto. Oh,al massimo una sede decentrata al mare per il periodo estivo,mica ce la farem mancare..Beh, se la tinta no (alcune di quelle che conosco io van anche dal parrucchiere perchè non portano il velo)però i baffetti sì!Ecchecavolo,mica possiam andare da Benedictus e terrorizzarlo col pizzo! Hai ragione..troppe barrette fanno male..ma va beh,anche suor germana è pienotta nei punti giusti e tutti pensano,quindi,che le sue ricette sono squisite.Direi che mi sacrificherò per una buona causa!hihihihihih

      Elimina

Che aspetti?Dimmelo!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...