mercoledì 11 aprile 2012

Consigli per il vostro/nostro 5xmille

La denuncia dei redditi, ammettiamolo, non piace a nessuno. Soprattutto a quelli che devono farla (gli addetti del patronato per esempio). A noi, miseri mortali senza soldi, rimane la speranza di ricevere indietro dallo Stato (ladro)qualche spicciolo che avanziamo dall'anno o dagli anni prima..
Non so voi, ma a me le caselline dell' 8xmille han sempre infuso una certa inquietudine. Sì perchè devo scegliere obbligatoriamente tra quelle presenti lì. E l'8 x mille non è che son spiccioli, alla fin fine.
Da "senza reddito" fisso ho dovuto far poche volte il 730 e quindi quelle poche volte ho risolto il problema "8xmille"giocandomela ai dadi o a testa o croce, escludendo a priori due caselline (indovinate quali?)
Poi han aggiunto anche il 5xmille. E quello posso sceglierlo io a chi donarlo. Se voglio,ovviamente. Altrimenti mi fermo all'8.
Forse ognuno di voi ha già il suo destinatario preferito a cui donarlo. Ma se vorreste cambiarlo..vi dò due consigli due..senza alcuna presunzione da parte mia, io non ci guadagno nulla..Il primo oggi.
Potete donarlo all' A.M.I.C.I. l'Associazione malattie infiammatorie croniche intestinali. Le m.i.c.i. ( internazionalmente note come IBD Inflammatory Blower Disease )han un nome che a leggerle così, sembrano "dolci", rievocano i nostri amati mici (senza i puntini).
In realtà son un bel pò fastidiose. E lo si capisce quando le si va a leggere per nome in dettaglio: per esempio Morbo di Crohn, C.U.- colite ulcerosaC.I. Colite indeterminata. 
Sono malattie infiammatorie croniche intestinali, appunto, delle quali non si conosce la causa precisa e non esistono cure definitive, solo terapie in grado di arginare i sintomi e di rendere la vita quanto più possibile accettabile.
Sono malattie alla lunga invalidanti e possono esordire a qualsiasi età, in qualunque momento della vita.
Si calcola che ad oggi i malati in Italia siano circa 200.000 con un incremento nel numero, negli ultimi dieci anni, di venti volte.
Come molte altre patologie, anche queste son corredate di alcuni "accessori", ossia altre patologie correlate che interessano le articolazioni, gli occhi, ecc. Per questo la vita sociale, affettiva e lavorativa delle persone malate, spesso è ridotta o compromessa.
Di certo avere una m.i.c.i. , oggi, è molto più "facile"di ieri. Col tempo si riesce a conviverci, ma non è un percorso semplice. Per questo il supporto e il riconoscimento sociale, son importanti, per i malati come per i familiari dei malati (le ibd son in aumento anche in età pediatrica). 
Come per altre patologie, se ne parla poco, si conosce poco in merito e spesso quel che si sa è informazione monca, parziale, incompleta inesatta quando non cattiva dis-informazione. 
Il fatto che, almeno agli esordi della patologia, le persone colpite non hanno manifestazioni evidenti, fà sì che si venga sminuiti, non veramente compresi.
L'A.M.I.C.I. è una associazione costituita da persone affette da una m.i.c.i. /ibd e dai loro familiari, non ha fini di lucro ed è articolata su base regionale.
L'associazione si prefigge di " garantire un più sereno inserimento nell'ambito familiare e sociale ad ammalati cronici la cui condizione è sconosciuta all'opinione pubblica ed alla legislazione sociale" e " rimuovere gli ostacoli che impediscono, di fatto, la piena realizzazione sociale di queste persone."
Donare il 5xmille ad A.M.I.C.I. vuol dire sostenere le persone affette da questa patologia e le loro famiglie, vuol dire sostenere la ricerca scientifica, universitaria e sanitaria, i volontari e le o.n.l.u.s.
Io voglio pensare che il mio 5xmille possa contribuire in tal senso.
E voi?:-)



PS: per maggiori info sulle m.i.c.i. / ibd clic qui - quiqui  -  e qui 

8 commenti:

  1. ebbrava Ele :D un ottimo servizio... almeno la possibilità di scegliere a chi fare del bene, e non ai soliti 4 magnoni di turno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pier:-)Sì,se proprio si può scegliere a chi dar da mangiare,meglio a qualcuno che ha fame;-)

      Elimina
  2. Io lo dono alla LAV, è chiaro che tra umani e animali prediligo una certa simpatia per i secondi. E' bello che ognuno scelga dove debbano finire i suoi soldi, si cerca di aiutare un pò tutti no?! Un bacio Ele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io cerco di variare ogni volta che faccio il 730.Va da sè che con la mia disoccupazione perenne posso contribuire poco in questo senso.Però magari indirizzo i miei familiari e amici.Che liberamente scelgono,però,eh.Alla LAV avevo già pensato e infatti lo faccio dedicare il 730 di mio fratello:-)PS: anche io prediligo gli animali.Però ogni tanto devo ricordarmi anche degli umani che soffrono:-)Sì,è bello.Finchè si può aiutare anche con poco perchè no?:-)Un bacio anche a te!

      Elimina
  3. Aiuto concreto,.....si.., anche se, da diffidente cronica..come sono.., ho sempre diffidato anche delle associazioni.....poi la mia amica del cuore , si e' ammalata di cancro. , al seno...e.....grazie a queste associazioni, ha avuto davvero tante agevolazioni..... quindi....ci pensero'....:-)
    un abbraccione!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diffidente bis a rapporto! Io non adotto a distanza,diffido di molte pseudo associazioni.Però alcune,come la lega del filo d'oro e altre,sono serie. Ho scelto A.M.I.C.I. perchè è riconosciuta, seria, affidabile,aiuta veramente, e perchè non ne parla mai nessuno. Se non si comincia a farlo (a parlarne intendo)non sarà mai conosciuta abbastanza.

      Elimina

Che aspetti?Dimmelo!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...