martedì 28 maggio 2013

Quello che non ho scritto

Avevo scritto un post mesi fa ... un post che non ho pubblicato ma che è ancora tra le mie bozze ...un post per lei, la mia cara amica che non c'è più. Per dirle, a modo mio, più di quanto non le dicessi già a voce o via mail, che la stimavo profondamente per la forza che aveva. Per dirle che anche i periodi bui e i momenti di sconforto, nei quali ci si sente veramente fragili (e si riescono a vedere solo le persone che, invece, sembrano così forti, più forti di noi) in realtà dimostrano l'esatto contrario, dimostrano che si è forti,  per il semplice motivo che si è affrontato e superato, pian piano, quel momento e si è vissuto un altro giorno. Vi si è arrivati magari stanchi, spossati, ma se lo si sta vivendo e se si è ancora lì, gli sforzi han dato frutto,seppur piccolo.

Non siam tutti uguali, abbiam i nostri tempi, i nostri modi per rielaborare gli eventi e per affrontarli. Non c'è il giusto e sbagliato e non dobbiamo sentirci inferiori agli altri. Siam solo diversi. Siamo umani. Ed è anche da essere umani, sentirsi stanchi, fragili e pensare di non esser riusciti a far nulla.

Lei era forte, tante persone lo sono, voi lo siete, ognuno a modo proprio lo è, ogni giorno. Quando mi raccontava quello che stava affrontando non potevo non chiedermi: "e io? Cosa farei io? Come reagirei io?" Perchè a parole è quasi tutto facile, ma nei fatti, quando ti ci trovi impastato dentro,è lì che viene il difficile. Per tanti eventi, per tante prove, mi dico ancora oggi  che non ho la certezza di aver la forza necessaria per affrontarli, per superarli, per reagire. Ritengo d'avere dei limiti, molti, e di avere molte incapacità. Nonostante questo, però, credo che finchè non lo vivo non lo saprò mai veramente. E se capiterà di viver qualcosa che ora mi sembra troppo, qualcosa che va oltre le mie capacità, devo scegliere se farmi travolgere o se affrontare tutto e come và và ... chissenefrega. Almeno, ci avrò provato!

14 commenti:

  1. Ciao, mi ha fatto piacere il tuo commento da me e ricambio la visita. Non mi sento di commentare il tuo post, troppo personale visto che non ci conosciamo, ma in quello che scrivi mi sono ritrovata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci si ritrova in tgroppe, temo.

      Elimina
  2. Una nota poetessa diceva che conosciamo noi stessi solo fin dove siamo stati messi alla prova.

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già, e spesso quando siamo stati messi alla prova ci rendiamo conto di quanto poco ci conoscessimo prima.

      Elimina
  3. a volte bisogna avere il coraggio di provarci! E comunque, senza poter entrare nel merito, credo che ognuno di noi abbia le proprie debolezze.

    RispondiElimina
  4. Sì, come dice qui su Stefania, finché non affrontiamo certe prove non sappiamo quanto siamo forti. Spesso di capita di ammirare più la forza degli altri che non quella in noi, perché non vigliamo vederla. ALtre volte, invece le nostre fragilità ci attanagliano forse perché vorremmo sentirci amati. Chissà, siamo un groviglio. Io personalmente mi vedo forte e fragile insieme e a seconda del momento prevale l'uno o l'altro aspetto, anche se ora sono più sul secondo, sigh! Un abbraccio mia cara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sentirmi almeno a volte forte, per me, sarebbe già un bel passo avanti!

      Elimina
  5. Si sente quanto le eri legata.
    Forza!

    RispondiElimina
  6. Io direi....io farei.... io sarei.... apparte il fatto che già mettendo la parola io vuol dire che un'altro non vivrebbe la stessa cosa allo stesso modo e di fondo per quanto si possa esser lungimiranti o avere la capacità di immedesimarsi, fin quando una cosa la si vive sulla propria pelle, possimoa fare solo suppopsizioni. L'ideale? Nel bene o nel male cercar di non pensarci.
    Difficle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' ovvio che il senti reè personale, però credo sia umano non riuscire a non porsi certe domande. Siamo esseri umani (anche se qualche maschietto sostiene che non lo siamo) anche noi.

      Elimina
    2. "non lo siamo" inteso che in quanto donne non lo siete? .... NO spero

      Elimina
    3. Nel senso che lo siamo,ma per alcuni maschi no.In quanto donne, temo.

      Elimina

Che aspetti?Dimmelo!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...