mercoledì 12 giugno 2013

Scoperte sconcertanti

Lo avete notato anche voi? Noi donne passiam molto tempo ad osservare gli altri, cosa fanno, cosa non fanno, come lo fanno, come vivono, tanto che possiamo, con una approssimazione molto vicina al 100%, capire quanto e come cambiano (per altri in questo caso, ovviamente, intendo gli altri coi quali viviamo a più stretto contatto per vari motivi: lavoro,familiari,amicali,ecc). Ma quanto tempo passiam a notare i nostri cambiamenti? Quanto ci accorgiamo di essere cambiati? E quanto del nostro cambiamento riusciamo a percepire e, soprattutto, ad ammettere?

Noi donne, lo sappiamo, siamo delle maratonete di rimugina menti mentali e basta un piccolissimo, infinitesimale, attimo libero che ci parte un super mega treno diretto verso la riflessione più profonda. Roba che perfino Freud avrebbe difficoltà ad avvertire.  Eppure non siam immuni da pecche. Anche noi, noi maghe del rimuginamento, della riflessione all’ennesima potenza, noi che notiamo tutto nella collega, i suoi accessori, i suoi piccoli tic, noi  che ci accorgiamo se il nostro lui ha qualcosa che non va o sta per collassare per il raffreddore prima ancora che lui apra bocca, noi che riusciam a capire se nostro figlio/nipote ecc nasconde o cova una marachella, noi che siamo in grado di prevedere le mosse altrui per quella strana capacità tutta femminile di anticipare gli eventi e le reazioni altrui. Noi, il più delle volte, impieghiamo anni e anni per accorgerci di quanto siamo cambiate.

Dobbiam sbatterci il grugno e dobbiamo farlo forte, per accorgerci che “cavoli! Ma non son sempre stata così, che m’è successo? Da quando sono diversa?”.  Non so per quale assurdo motivo, noi che siamo così introspettive, noi che ci autoanalizziamo praticamente ogni volta che ci laviamo i denti o ci spazzoliamo i capelli o ci proviamo un abito in un camerino, abbiamo bisogno di un evento esterno, piuttosto evidente, per capire che la nostra vita ha preso una piega molto, ma molto diversa da quella che era prima.

E può essere una scoperta sconcertante.

4 commenti:

  1. Non ci avevo mai pensato ma hai proprio ragione, condivido le tue riflessioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tu quoque..:-)Meno male..mi sento meno sola...:-)

      Elimina

Che aspetti?Dimmelo!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...