giovedì 14 novembre 2013

Diario di scuola: l'esordio.


Turno pomeridiano.

Mi alzo prestissimo perché mi aspettano 200 km circa da fare..per andare al lavoro.

Il mio primo giorno.

L’ennesimo,potrei dire.

Se non fosse che è il primo da docente di ruolo (sì c’è l’anno di prova, ma sempre di ruolo sono).

Il giorno prima avevo parlato con Tizio P. della direzione: voce giovane, sulla trentina massimo quarantina.

Abbigliamento del primo giorno: tuta, sneakers, capelli lavati la sera prima,bizzarramente e ostinatamente scialbi nonostante il taglio, colorito smunto, occhio col tic nervoso e mani tremanti. Omissis sul tartagliamento di cui ho sentore,arriverà presto.

Arrivo e…sbaglio ingresso.

Non male come incipit.

Arrivano,nell’ordine, Tizio R. che mi apre il portone lato b, Tizio C. che mi apre il portone d, Tizio S. che gira a voto per i corridoi..mentre io son al telefono con Tizio P. della direzione che prova a capire in quale cavolo di entrata sono.
Ero in quella degli studenti. Che ha la targa col nome della scuola, le bandiere ecc ecc.
L’ingresso per il personale docente è al lato a, defilato fronte parcheggio. Porta minuscola.

Conosco tizio P. di persona, prima impressione: giovane,alto il giusto,moro,bel sorriso,bella stretta di mano, bel sorriso, bei pettorali, uhh bella maglietta, bel sorriso, bella voce,nessuna fede all’anulare sinistro, piccola fossetta guancia sinistra, capello liscio,pulito,buon profumo. Referto della prima radiogr..ehm impressione: Tizio P. se sei etero ti invito a prendere una birra,vuoi? Ah, sì..è sulla quarantina.

Tizio P. mi porta una montagna di fogli da firmare, sbaglio,com’è prevedibile, a compilare le info più assurde (cognome per esempio..eppure so come mi chiamo..)numero del cellulare (uno dei tre)..Ma Tizio P. sorride sempre.

Forse gli faccio tenerezza.

Quando mi dice l’orario settimanale altra gaffe, io mi aspettavo molte più ore e invece no, solo quelle “tutto compreso”, sorride Tizio P.
" ma che davero?" Sì..con una sola v...bella la prima eh?...brr...

Due giorni prima, alla stessa ora, ero al telefono che tentavo di contattare il provveditorato romano. (Non provateci, non vi risponderanno mai!)e ora ero lì, in tuta nera, sneakers e capello bizzarramente scialbo e il colorito smunto, l’eccitazione di una ragazzina, a firmare il contratto.

Arrivo in aula porta chiusa...inspiro..espiro...sorrido busso e.... i bimbi…son fuori in giardino...

Saluti di rito.

Con la manina.


Si comincia.

24 commenti:

  1. wow!!!!Ma CHE EMOZIONE!!!
    Dai volgio sentire com'è stato il primo giorno..la prima lezione.... bellissimo il tuo sogno che si realizza.. son contentissima per te!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh..sì..emozione alle stelle..mai fatta così tanta plin plin in vita mia..:-) Prima lezione? Me l'han data loro! ehehehehe Grazie Silvietta!! :-)

      Elimina
  2. t''ha detto proprio bene eh, un tizio p con quei pettorali in una scuola italiana... ! è una bella eccezione..
    sì bel raccontino, soprattutto quando entri nella classe e...non ci sono i bambini ah ah ! beh aspetto con ansia la seconda puntata !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti dirò...mai dire mai...:-) ehehehe..al telefono provavo a immaginare come fosse e già pensavo..pancia..stempiato..antipatico..fiscale..invece...L'ho nominato San P dalla Segreteria... ;-) A Natale tocca che gli faccio il regalo..mi sembra il minimo...Oh sì!! L'entrata in classe è stato un momento straordinario!! ehehehehe :-)

      Elimina
  3. ma che bello... sono troppo curiosa del seguito!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-) Ci son tanti seguiti.. :-) I bambini mi stupiscono ogni giorno :-) Me ne son follemente innamorata! :-)

      Elimina
  4. Beh, cara corregionale... è sicuramente EMOZIONANTE! :)
    In bocca al lupo per tutto, raccontaci ancora!

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Crepi corregionale!! :-) proverò... :-)

      Elimina
  5. eheheheheeh come sarei curioso di sentirti tartagliare :p

    P.S.
    Pori regazzini :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. porelli...Ma che dico???Mi stanno torturando!!! Io non riesco ad esser severa...ridono..sanno come accattivarsi le maestre..sò furbi 'sti nanerottoli!! Vuoi sentirmi tartagliare???Scherzi?? Sa-sa-sa-sadico! ve-ve-vedi?Mòò..taartaglio pure..

      Elimina
  6. Dai dai dai che belloooo! :) Aspetto il continuo :) :)

    RispondiElimina
  7. ...si però...
    cioè, in tuta?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh..va beh...ma io lavoro coi "nanerottoli"..bisogna star comodi... :-) e la tuta, a settembre, con la magliettina a mezze maniche sopra andava benissimo :-) Ora..mi ci vorrebbe un imbottitura perenne...E il camice..che sto facendo disegnare ai bambini.. :-)

      Elimina
  8. Risposte
    1. Oh no no..direi che come primo giorno poteva andarmi peggio...Non mi lamento :-)

      Elimina
  9. Dai come primo giorno poteva andare peggio :):):) Sempre simpatica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti... m'è andata bene.. :-) grazie!! :-)

      Elimina

Che aspetti?Dimmelo!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...